Sigma 24-70mm F2.8 DG HSM OS Art: la recensione di FotoNews

Quando si parla di zoom in fotografia, il primo range di focali coperte che ci viene in mente è sicuramente 24-70mm.
Infatti se utilizziamo una fotocamera full frame, ovvero con un sensore dalla superficie di 24x36mm, con uno zoom 24-70mm potremo coprire la maggior parte delle situazioni fotografiche, dal paesaggio al primo piano stretto. Non a caso nel corredo dei fotografi professionisti difficilmente manca uno zoom 24-70mm. Diventa un salvagente quando non possono muoversi agevolmente, quando le focali fisse li costringerebbero a perdere tempo in continui cambi di ottica.

La scelta di zoom 24-70mm sul mercato si arricchisce poi grazie all’arrivo del nuovo Sigma 24-70mm F2.8 DG HSM OS Art, proposto con baionetta per fotocamere Canon, Nikon e ovviamente Sigma. Uno zoom che colpisce appena preso in mano, per via del peso di 1.020 grammi. Se il peso si sente, non solo lo si comprende, ma lo si giustifica anche: la costruzione è a prova di bomba. Si apprezza subito il barilotto realizzato in TSC, un materiale che non si deforma al variare delle temperature: fotografare nel deserto oppure al Polo Nord non costituisce un problema. Anche polvere e spruzzi non preoccupano, grazie alla completa tropicalizzazione.

La plancia comandi è costituita dalla finestrella con la scala delle distanze e da una coppia di selettori: uno per accendere e spegnere la stabilizzazione ottica OS e uno per la gestione della messa a fuoco. Quest’ultima può essere impostata su autofocus (AF), messa a fuoco manuale dopo l’autofocus (MO) e sola messa a fuoco manuale (MF). In realtà le posizioni MO e AF non scollegano la ghiera di messa a fuoco, quindi risultano poco utili. Da sottolineare infine la possibilità di far sostituire la baionetta con una differente, di aggiornare il firmware e di tarare finemente la messa a fuoco tramite Usb Dock.

I risultati

Una volta metabolizzato il peso del Sigma 24-70mm F2.8 DG HSM OS Art, il suo utilizzo è un vero piacere. La messa a fuoco è veloce e precisa, anche se non silenziosa, fatto che comunque costituisce un problema solo nelle eventuali riprese video. La nitidezza dell’area a fuoco è evidente anche alla massima focale e a tutta apertura. La diffrazione diventa un problema solo chiudendo il diaframma oltre f/16.
Nella prova della stabilizzazione, fotografando a mano libera a 70mm si ottengono scatti nitidi anche a 1/10s, ovvero 3 stop sotto al tempo di sicurezza ideale di 1/80s. La resa in controluce risulta il suo unico punto debole, in quanto risulta evidente la comparsa di flare con conseguente calo della nitidezza.

L’apertura f/2,8 consente di realizzare ritratti anche in condizioni di scarsa illuminazione.
Ottimo il dettaglio su tutto il fotogramma, evidente nelle fotografie di paesaggio e architettura.
La resa in controluce risulta il suo unico punto debole: salta all’occhio la comparsa di flare con conseguente calo della nitidezza.

A conti fatti

Subito dopo aver acquistato la tanto desiderata reflex full frame, quale ottica è bene abbinarci? Sicuramente bisogna evitare di mortificarla con ottiche dalla ridotta apertura massima. Molto meglio optare per il Sigma 24-70mm F2.8 DG HSM OS Art, una vera roccia. Trasmette dal primo istante la certezza che non ci deluderà, sarà complice e alleato sicuro di scatti appaganti.

Punti di forza

• Nitidezza a tutte le focali anche a tutta apertura.
• Stabilizzazione ottica OS.
• Messa a fuoco rapida con motore HSM.

Punti deboli

• Peso impegnativo.
• Autofocus rumoroso.
• Trattamento antiriflesso non efficace.

Scheda tecnica

Schema ottico 19 elementi in 4 gruppi
Apertura minima del diaframma f/22
Angolo di ripresa 84.1 a 34.3 gradi
Distanza minima di messa a fuoco 37 cm
Dimensioni (diametro x lunghezza) 88ø x 107.6 mm
Lamelle del diaframma 9 (diaframma rotondo)
Rapporto d’ingrandimento massimo 1:4.8
Peso 1.020 grammi
Prezzo 1.299 euro

Scarica le fotografie scattate con il Sigma 24-70mm F2.8 DG HSM OS ART

Guarda la recensione video del Sigma 24-70mm F2.8 DG HSM OS ART

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *