Huawei: corsi di fotografia per scattare con lo smartphone

Le funzioni fotografiche sono sempre più al centro dei nuovi smartphone e, spesso, in grado di indirizzare le scelte d’acquisto dei consumatori. Ecco perché i più noti brand organizzano iniziative per avvicinare gli utenti alla fotografia, forti delle evolute caratteristiche delle fotocamere a bordo dei loro più recenti cellulari. Huawei, che con il P20 Pro ha in gamma uno dei più attraenti smartphone fotografici oggi sul mercato, organizza nel suo nuovo flagship store corsi di fotografia. Ed è qui che, nelle vesti di docente, incontriamo Andrea Boccalini, fotografo professionista che vanta collaborazioni con alcune fra le più autorevoli testate internazionali.

Quali i punti di convergenza tra fotocamere con ottiche Leica e i cellulari Huawei?
Utilizzo, per fotografare, attrezzatura della massima qualità disponibile. Leica per me rappresenta il meglio in questo campo. Sono stato sempre piuttosto scettico sull’utilizzo degli smartphone per fotografare, la differenza tra una fotocamera di qualità e un telefono resta ovviamente incolmabile ma, certamente, il livello raggiunto dai recenti top di gamma Huawei, con lenti Leica, è tale da consentire di utilizzare lo smartphone come strumento complementare alla macchina fotografica.
Ecco, approfondiamo questo aspetto, quando il telefono può essere un compendio della fotocamera?
Lo smartphone ha un grande vantaggio, quello di essere piccolo, consente di fotografare quasi senza essere visti, questo aiuta molto in diversi contesti. Oltre a portare a casa buone immagini è una sorta di taccuino con aggiornamento costante del nostro tempo. La cosa bella è che sta in una tasca.

Andrea, ci racconti un aneddoto legato allo smartphone o ai workshop che conduci nel Flagship Store Huawei al City Life?
Ciò che mi ha fatto piacere è stato vedere molte persone avvicinarsi, partendo dallo smartphone, alla fotografia pura. Gente che incomincia anche un nuovo percorso culturale, fatto di letture, di scoperte, di un approccio più consapevole alla fotografia.

Domanda doppia e andiamo sul personale: chi è Andrea Boccalini e cosa rappresenta per lui la fotografia?
La fotografia è per me un vizio, un modo per indagare la vita, le persone, il mondo. E Andrea…Andrea è un curioso, sì un curioso.

 

Huawei: un flagship e corsi gratuiti

A pochi mesi dall’inaugurazione, il flagship store milanese di Huawei raccoglie già consenso e seguito. Ne è molto soddisfatta Isabella Lazzini, Marketing e Retail Director, Consumer Business Group Huawei Italia, anima e mente del progetto. L’abbiamo incontrata nel nuovo spazio, aperto a fine novembre nel cuore di Citylife Business & Shopping District, e lì ci siamo fatti raccontare il backstage.

ll mercato italiano è il secondo, dopo la Cina, per importanza: nasce da qui la scelta di aprire il primo store europeo di Huawei a Milano?
Anche, ma non solo. L’Italia si conferma un mercato importante per il brand, il secondo a livello globale, quindi prioritario anche sul fronte retail. Ma l’Italia si prestava anche ad accogliere un format e un layout del tutto nuovi, fondati sul connubio tra tecnologia e design, quest’ultimo in particolare nel Dna italiano e soprattutto milanese. Offriamo numerosi corsi sugli ambiti più diversi, dalla musica all’arte, alle lingue con esperti in materia. Sono tutti corsi gratuiti, consultabili e prenotabili sul sito www.huaweiexperiencestore.com. L’intenzione è di aggiornare la proposta ogni semestre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *