Nikon D7500: la recensione di Foto News

Chi si accontenta gode. Un vecchio detto che trova significato anche in ambito fotografico. Se infatti non possiamo permetterci l’ammiraglia, non è detto che il modello immediatamente inferiore sia poi così limitato dal punto di vista delle prestazioni. Ne è la conferma la Nikon D7500, che si colloca per l’appunto subito sotto l’ammiraglia D500 nel catalogo delle reflex Nikon con sensore APS-C. Ma in realtà sono più le parti in comune piuttosto che le rinunce, nonostante l’evidente risparmio economico.

La Nikon D7500 eredita infatti dalla D500 il sensore, il processore immagine e l’esposimetro. Risulta invece diverso il modulo autofocus, dotato di 51 punti a rilevamento di fase sensibili da -3 a +19 EV, di cui 15 a croce e quello centrale funzionante anche con ottiche f/8. Sono da segnalare l’assenza del secondo slot per schede di memoria e l’impossibilità di utilizzare un’impugnatura verticale, in quanto non sono stati previsti i contatti elettrici necessari per il suo funzionamento. Mentre su alcuni aspetti la D7500 ha addirittura qualche marcia in più, come in ambito video. Troviamo per la prima volta la stabilizzazione elettronica su tre assi per le riprese video, unito a ingresso per microfono esterno e uscita per le cuffie. Purtroppo le riprese 4K 30p hanno un crop 1.5x e il touch screen è orientabile solo verticalmente. Manca anche il focus peaking, il che causa qualche difficoltà nella messa a fuoco manuale.

Altra peculiarità della D7500 è il sensore di prossimità per disattivare il monitor quando avviciniamo l’occhio al mirino, che però funziona soltanto se il display sta mostrando le info. Il mirino inoltre risulta poco sporgente, quindi scomodo per chi indossa occhiali e per chi ha un naso importante. Per gli amanti dei selfie fa invece piacere trovare integrati Wi-Fi e Bluetooth, con cui controllare la fotocamera da remoto tramite un’app dedicata sia per Android sia per iOS.

I risultati

La Nikon D7500 è davvero piacevole da utilizzare, grazie a un corpo non troppo pesante e ben bilanciato anche nell’uso con ottiche importanti. Risulta facile impostare la fotocamera così come adattarla alle proprie esigenze, grazie anche ai tasti personalizzabili come quelli collocati sul lato destro della baionetta. L’elettronica si dimostra sempre precisa ed efficiente, a eccezione del bilanciamento del bianco, che richiede talvolta di ricorrere al file Raw.

Il Ponte del Diavolo di Tolentino (Mc).

Le immagini e i video sono quindi sempre soddisfacenti, anche grazie allo zoom AF-S DX Nikkor 16-80mm f/2.8-4E ED VR utilizzato nella prova, che convince per nitidezza e contrasto a tutte le focali, anche a tutta apertura.

Un classico ritratto alla massima focale a tutta apertura.

Sul fronte del rumore digitale i file sono ottimi dai 50 agli 800 Iso. Salendo dai 1600 ai 3200 Iso si nota l’intervento della riduzione rumore, che comunque non intacca il dettaglio: i file sono ancora utilizzabili anche per stampe di grandi dimensioni. Possiamo comunque spingerci anche fino ai 409600 Iso, tenendo conto di una grana sempre più evidente.

Un ritratto in controluce che evidenzia l’efficacia dell’antiriflesso ai nanocristalli.

A conti fatti

Il formato APS-C è apprezzato da molti professionisti, specialmente quelli che si dedicano alla fotografia naturalistica e sportiva, in quanto un 200mm f/2.8 diventa “magicamente” un 300mm f/2.8 equivalente. Ne è la conferma il successo di vendite della Nikon D500.
Un successo che coinvolge anche la sorella minore D7500, una reflex che eredita molte caratteristiche proprio dalla D500 ma soprattutto spicca per altre, mantenendo sempre elevato sia il piacere di utilizzo sia la qualità dei risultati.

Punti di forza

• Esposimetro da ammiraglia
• Qualità delle immagini.
• Stabilizzazione elettronica per le riprese video.

Punti deboli

• Mancano i contatti elettrici per l’impugnatura verticale.
• Sensore di prossimità non ben sfruttato.
• Bilanciamento del bianco automatico non sempre preciso.

Scheda tecnica

Sensore 20,9 MP APS-C CMOS
Processore Expeed 5
Autofocus 51 punti a rilevamento di fase
Stabilizzazione elettronica su tre assi solo per le riprese video
Esposimetro 180k-pixel RGB
Display touch screen 3,2” orientabile verticalmente
Otturatore da 1/8000 a 30s, posa B e T, sincro flash 1/250s
Raffica fps fino a 100 JPEG oppure 50 Raw
Ripresa Video 4K 30p con crop 1.5x
Connettività microfono, Usb, Hdmi, cuffie, telecomando, Wi-Fi, Bluetooth
Dimensioni 136 x 104 x 73 mm
Peso 720 grammi
Prezzo 1.549 euro

Scarica le foto in alta risoluzione scattate con la Nikon D7500

Guarda la recensione video della Nikon D7500

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *