DNP: la stampa istantanea è il nuovo business

La stampa fotografica istantanea rappresenta oggi, nel mondo, quasi il 30% del totale stampato. Si tratta di un dato non solo interessante ma anche una cartina di tornasole del mercato, oggi più che mai legato alla necessità di stampare anche in mobilità per intercettare o anticipare i nuovi trend. Fondata nel 1876, Dai Nippon Printing (DNP) si è imposta nelle tecnologie di stampa istantanea e patinatura al punto da diventare oggi protagonista del campo: è una delle principali aziende a livello internazionale, con oltre 40mila dipendenti sparsi nel mondo, 48 stabilimenti e un folto network di distributori e integratori autorizzati (tutti i riferimenti sul sito: www.dnpphoto.eu/it). Per quanto riguarda in particolare il settore del photofinishing, DNP è il pioniere della sublimazione di colore ed è il principale fabbricante mondiale di nastri per questa tecnologia. Per fare il punto della situazione sul mercato e sulle soluzioni disponibili abbiamo intervistato Marco Bruni, International Sales Manager di DNP.

DNP è leader in un settore complesso come quello delle stampanti sublimazione di colore termica. Quali sono le principali differenze rispetto al getto d’inchiostro?
Vero. Siamo l’azienda leader non solo nel segmento della sublimazione di colore per stampa fotografica, ma anche nel campo dei consumabili. Per questo DNP continua a produrre “ribbon” e consumabili anche per altre aziende attive nel settore della stampanti fotografiche e di card. La principale differenza, rispetto alla tecnologia a getto d’inchiostro, risiede nella certezza del costo copia, indipendentemente dal soggetto da stampare. Ma non è l’unico vantaggio. La stampa a sublimazione è più veloce e reattiva, anche se non sollecitata continuamente; non a caso viene utilizzata nelle cabine di stampa per le fototessera. È quindi perfetta per gestire picchi di lavoro che richiedono grande velocità. Senza contare che, con lo stesso tipo di carta, è possibile stampare con effetto lucido, opaco, satinato, ecc. Una stampante di questo tipo è affidabile anche nel lungo periodo, oltre ad essere compatta, leggera e con una maggiore trasportabilità rispetto a quelle a getto d’inchiostro.

Quali sono, dunque, gli ambiti di utilizzo?
Stampa da evento, matrimoni, tornei sportivi, attrazioni all’aria aperta come i parchi a tema e con alta marginalità. Pensiamo, ad esempio, a una foto ricordo scattata a bordo campo dopo un’evento sportivo, o a uno scatto dopo un’attrazione adrenalinica come le montagne russe. Scatti unici ad alta marginalità. Un modo intelligente per aumentare il proprio business al di fuori del tradizionale punto vendita.

Il negozio rimane però un punto focale del vostro business?
Certo, e con ottimi risultati. Superata la delicata fase di passaggio dall’analogico al digitale, stiamo assistendo a un nuovo slancio verso la stampa. A spingerlo sono proprio smartphone e social. L’effetto si sente a livello di produzione e richiesta: gli Event Photo Booths, vale a dire i chioschi per la stampa istantanea predisposti alla condivisione social, sono tra i più gettonati al momento. E per un foto-negoziante (ma non solo) fa la differenza avere quest’apparecchiatura nel proprio punto vendita. Non solo perché inserisce una nuova fonte di guadagno ma anche perché in questo modo si assicura una maggiore pedonabilità sul punto vendita che verrà poi trasformata in vendite aggiuntive. Se un cliente entra in negozio perché vuole stampare una serie di immagini salvate sul telefonino, magari personalizzandole con testi e cornici, è probabile che, soddisfatto del servizio e del costo contenuto, si parla di pochi euro, torni in negozio una seconda volta per un album. Se soddisfatto, ci torna ancora, perché magari ha bisogno di un fotografo al proprio matrimonio o congresso aziendale.

E poi le vostre soluzioni sono ampiamente scalabili…
Sì, questo è un altro vantaggio. È possibile utilizzare la sola stampante con il proprio software, oppure una soluzione completa: software più chiosco. I prezzi sono poi alla portata non solo del negoziante ma anche del fotografo che lavora in proprio, magari con un solo apprendista, e vuole ampliare il suo business sul campo. Parliamo di un costo intorno al migliaio di euro per una stampante (a seconda del modello ma si può spendere molto meno) e di circa 2mila euro per un chiosco completo, a seconda della configurazione. Senza contare che molti dei nostri clienti utilizzano software diversi, spesso gratuiti, e non vogliono investire tempo e denaro per imparare una nuova soluzione. Con DNP, invece, possono acquistare anche solo la stampante e mantenere il proprio Pc e il proprio software.

Una soluzione di questo genere è adatta a diversi ambiti?
Ne sono convinto. Il chiosco è perfetto non solo per i negozi di fotografia ma anche per quelli di telefonia, dove lo smartphone entra in continuazione.
Ma penso anche alla GDS o alla GDO dove all’estero, ad esempio, queste soluzioni vengono gestite in maniera proprietaria. Noi, ad esempio, collaboriamo fruttuosamente conin’importante insegna della GDO. Ma ci sono anche altri tipi di negozi, come tabaccherie o cartolerie, pronte a intercettare quello che è un grande business. Parliamo di chioschi in grado di funzionare con e senza filo, dunque anche in modalità wireless e senza dover installare app sul telefonino.

Si è da poco conclusa Photokina e la domanda è d’obbligo: come è andata e quali sono le principali novità che avete presentato?
Prima di tutto è stata una splendida occasione per incontrare i nostri partner europei e mondiali attraverso un evento di spicco. Non solo retailer ma anche grandi catene sparse in tutto mondo. Abbiamo poi presentato un nuovo sistema per fototessera, che si basa su un tablet con software dedicato in grado di effettuare stampe biometriche; perfetto dunque per ogni tipo di documento di indentità, anche perché compatibile con tutti i formati mondiali. Abbiamo poi presentato una nuova carta metallica in formato 20×30: lucente e con una resa spettacolare. Infine, ci sono i nuovi chioschi “selfie” pensati per i grandi eventi. Permettono di scattare foto di gruppo giganti e sono dotati di filtri e software di ritocco per migliorare gli scatti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *