La foto del secolo per gli astrofisici è quella del buco nero M87

È già stata battezzata foto del secolo. Se non altro lo è per gli astrofisici. Ci riferiamo a quella del buco nero M87, al centro della galassia Virgo A nell’ammasso della Vergine e distante 55 milioni di anni luce. Si tratta di un’immagine frutto della somma di una massa enorme di dati, catturati dalla rete di otto radio telescopi sparsi su tutto il globo che fanno parte del progetto Event Horizon Telescope. Questo ha consentito di simulare l’efficienza di un radio tescopio del diametro della Terra.

La foto del buco nero mostra una corona di plasma (gas ionizzato) che ruota a velocità vicine a quella della luce e si mostra a noi di color arancio. Nulla di molto dissimile da quanto ci hanno abituato le rappresentazioni artistiche dei buchi neri (vedi in basso), soltanto un poco più sfuocata. Ma, in questo caso, l’immagine è vera e soprattutto conferma la teoria della Relatività generale di Albert Einstein.

Il centro della galassia Virgo A (Messier 87)

Il buco nero M87 – con la sua massa 6,5 miliardi quella del nostro Sole e che si estende per un’area equivalente a quasi quella dell’intero nostro sistema solare – è ritratto com’era 55 milioni di anni fa: tanto ci ha messo la luce ad arrivare da noi per far comporre agli astrofisici la foto che vediamo oggi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *